Il procuratore Nicola Gratteri parla di noi in un’intervista

Nella foto: il procuratore Gratteri con Elia Minari

Il direttore della “Gazzetta di Reggio”, Paolo Cagnan, ha chiesto al procuratore: “Possiamo chiudere l’intervista con un messaggio di speranza? Il coraggio dei ragazzi di Cortocircuito, che lei conosce bene…”

Il procuratore Gratteri ha risposto: “Sono meravigliosi. Conosco Elia Minari da quando era un adolescente, è un ragazzo di grande intelligenza e coraggio: mi piace sapere che esistano, stare con loro. E non vedo l’ora che crescano e incidano sul territorio”.

Ringraziamo infinitamente Nicola Gratteri (procuratore capo di Catanzaro, già procuratore antimafia di Reggio Calabria) per la stima, che ovviamente è reciproca. E’ una delle persone da cui abbiamo imparato di più in questi anni.

 

Associazione culturale antimafia “Cortocircuito”

(intervista del 2 febbraio 2015)

P.S. Leggi QUI il nostro punto di vista sulla maxi operazione antimafia “Aemilia”.

 ………………………

Vedi anche:

– “La ‘Ndrangheta di casa nostra. Radici in terra emiliana”. La video-inchiesta integrale, le foto della serata di presentazione e alcuni articoli dei quotidiani
– La video-inchiesta “Non è successo niente. 40 roghi a Reggio Emilia”
– Intervista del web-magazine “AgoraVox” sulle iniziative di Cortocircuito
– Sul Corriere della Sera: “Cortocircuito, la web tv degli studenti-reporter che combatte la mafia”
– Elia Minari di Cortocircuito premiato dal presidente del Senato al Vertice Nazionale Antimafia a Firenze

Condividi!