Incontro con i magistrati Nino Di Matteo, pm del processo sulla trattativa Stato-mafia e Nicola Gratteri

E’ stato un incontro blindato, per comprensibili questioni di sicurezza legate alle minacce di morte indirizzate al magistrato Nino Di Matteo direttamente da Totò Riina. All’ingresso il pubblico è stato sottoposto a rigidi controlli con il metal detector.

Sabato 5 aprile 2014 alle ore 16.00 presso il museo “Alcide Cervi” di Gattatico, in provincia di Reggio Emilia, si è tenuto l’incontro “Costruire la legalità, difendere la democrazia” con:

Nino Di Matteo, procuratore antimafia di Palermo e pm del processo sulla trattativa Stato-mafia, autore del libro “Assedio alla toga. Un magistrato tra mafia, politica e Stato”

Nicola Gratteri, procuratore aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria

Antonio Nicaso, studioso delle organizzazioni criminali, autore insieme a Gratteri del libro “Acqua santissima”

Hanno condotto l’iniziativa Elia Minari, coordinatore della redazione della web-tv Cortocircuito ed Enrica Majo, inviata speciale del Tg1. Saluti iniziali di: Rosella Cantoni, presidente Istituto Cervi, Fiorella Ferrarini, vice-presidente provinciale ANPI, Sonia Masini, presidente della Provincia di Reggio Emilia.

Durante l’incontro l’attore Andrea Gherpelli ha letto alcuni estratti dei libri dei magistrati presenti.

L’evento rientra all’interno del festival “Noi contro le mafie”, promosso dalla Provincia di Reggio Emilia con la direzione scientifica del professore Antonio Nicaso e la cura educational della dott.ssa Rosa Frammartino.

Foto di Chiara Ghirelli. Cliccare sulle foto per allargarle.


…………………………

Vedi anche:

– Sul Corriere della Sera: “Cortocircuito, la web tv degli studenti-reporter che combatte la mafia”
– La video-inchiesta sui quaranta roghi di probabile origine dolosa
– Alcuni video della serata antimafia del 17 settembre in Sala del Tricolore
– Incontro-intervista sulla corruzione con Davigo e Gomez in Sala del Tricolore, le foto
– Incontro con il procuratore antimafia di Reggio Calabria Gratteri e lo storico delle organizzazioni criminali Nicaso

Condividi!