Incontro nel Consiglio comunale di Faenza con l’agente di scorta di Falcone sopravvissuto e con il procuratore capo di Ravenna

Nella Sala del Consiglio comunale di Faenza si è tenuto un incontro, aperto a cittadini e studenti, con ospiti:

– Alessandro Mancini, procuratore capo presso il Tribunale di Ravenna, è stato anche magistrato in Sicilia a Niscemi;

– Angelo Corbo,  ispettore capo, agente di scorta del giudice Giovanni Falcone;

– Sabrina Pignedoli, giornalista del Resto del Carlino;

– Elia Minari, coordinatore di Cortocircuito, associazione culturale antimafia di Reggio Emilia.

Introduzione di Giovanni Malpezzi, sindaco di Faenza. Ha moderato l’incontro: avv. Luca de Tollis, presidente del Consiglio comunale di Faenza.

Durante l’evento è stata proiettata una parte della video-inchiesta “La ‘ndrangheta di casa nostra” realizzata dalla web-tv Cortocircuito.

Tra il pubblico era presente anche il prefetto di Ravenna Francesco Russo e i vertici delle forze dell’ordine di Ravenna e Faenza.

L’iniziativa, che si è tenuta il 21 marzo 2015, è stata organizzata dal Comune di Faenza con le associazioni Cortocircuito e ANPI. QUI il convegno, nello stesso giorno, all’Università di Bologna.

[Cliccare sulle foto per allargarle.]

 ………………………

Vedi anche:

– “La ‘Ndrangheta di casa nostra. Radici in terra emiliana”: la video-inchiesta
– 
La video-inchiesta “Non è successo niente. 40 roghi a Reggio Emilia”
– Il quotidiano La Repubblica: “La mafia emiliana braccata dagli studenti di Cortocircuito”
– Intervista del web-magazine “AgoraVox” sulle iniziative di Cortocircuito
– Sul Corriere della Sera: “Cortocircuito, la web tv degli studenti-reporter che combatte la mafia”
– Elia Minari di Cortocircuito premiato dal presidente del Senato al Vertice Nazionale Antimafia a Firenze

Condividi!