Intervista di La7, trasmissione “Servizio Pubblico” di Santoro, sul radicamento della ‘ndrangheta in Emilia

È venuta a Reggio Emilia la troupe di “Servizio Pubblico”, la trasmissione di La7 condotta da Michele Santoro. Il servizio è andato in onda giovedì 5 marzo 2015, in prima serata.

La giornalista Micaela Farrocco di “Servizio pubblico”, per parlare del contrasto alle mafie in Emilia, ha intervistato Elia Minari, coordinatore di Cortocircuito, associazione culturale antimafia di Reggio Emilia.

L’intervista si è snodata tra alcuni luoghi simbolo: dalla stazione Tav Mediopadana al ristorante considerato dalla Procura il luogo di accordi e incontri tra uomini della ‘ndrangheta, politici e giornalisti. Si tratta di alcuni dei casi su cui Cortocircuito, dal 2009, ha realizzato diverse video-inchieste.

Il giornalista Michele Santoro, conduttore della trasmissione “Servizio Pubblico”, mentre introduceva l’intervista a Elia Minari, coordinatore di Cortocircuito, ha detto: «Fa quello che i grandi giornali e le trasmissioni televisive non fanno. Va a mettere il naso in una situazione molto spinosa».

 ………………………

Vedi anche:

– “La ‘Ndrangheta di casa nostra. Radici in terra emiliana”: la video-inchiesta
– 
La video-inchiesta “Non è successo niente. 40 roghi a Reggio Emilia”
– Il quotidiano La Repubblica: “La mafia emiliana braccata dagli studenti di Cortocircuito”
– Intervista del web-magazine “AgoraVox” sulle iniziative di Cortocircuito
– Sul Corriere della Sera: “Cortocircuito, la web tv degli studenti-reporter che combatte la mafia”
– Elia Minari di Cortocircuito premiato dal presidente del Senato al Vertice Nazionale Antimafia a Firenze

Condividi!