Laboratorio di giornalismo d’inchiesta antimafia condotto da Cortocircuito

Corso di “giornalismo d’inchiesta antimafia” in sette lezioni, ognuna con una parte laboratoriale e una parte di incontro con un giornalista professionista, rivolto agli studenti delle scuole superiori di Reggio Emilia.

Il corso, a partecipazione gratuita, è stato organizzato in collaborazione con la Provincia di Reggio Emilia ed è stato condotto da Elia Minari, coordinatore di Cortocircuito, associazione culturale antimafia. Cura scientifica di Rosa Frammartino.

Gli ospiti del corso sono stati Pierluigi Senatore, direttore della redazione di Radio Bruno e responsabile della rassegna “Ne vale la pena”; Luca Ponzi, giornalista della Rai e coautore del libro “Cibo Criminale”; Graziella Proto, stretta collaboratrice di Pippo Fava, giornalista ucciso da Cosa Nostra, e direttrice del mensile siciliano “Casablanca”; Arcangelo Badolati, caposervizio del quotidiano “Gazzetta del Sud” e autore del libro “Banditi e Schiave. I femminicidi”; Enrica Majo, giornalista della Rai, autrice dello Speciale del Tg1 “Cibo, il falso made in italy”; Antonio Nicaso, giornalista e storico delle organizzazioni criminali e Nicola Gratteri, procuratore aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria.

Gli incontri si sono tenuti da novembre 2013 a febbraio 2014 presso l’assessorato Istruzione della Provincia di Reggio, grazie alla collaborazione dell’assessore Ilenia Malavasi.

Vedi QUI altre informazioni sul corso e le foto della prima lezione.

Foto di Federico Marcenaro e Chiara Ghirelli. Cliccare sulle foto per allargarle.



 

 

 

………………………….

Vedi anche:

– Sul Corriere della Sera: “Cortocircuito, la web tv degli studenti-reporter che combatte la mafia”
– La video-inchiesta sui quaranta roghi di probabile origine dolosa
– Alcuni video della serata antimafia del 17 settembre in Sala del Tricolore
– Incontro-intervista sulla corruzione con Davigo e Gomez in Sala del Tricolore, le foto
– Incontro con il procuratore antimafia di Reggio Calabria Gratteri e lo storico delle organizzazioni criminali Nicaso

Condividi!