Proiezione dell’inchiesta con il sindaco di Bologna, il coordinatore dell’osservatorio “Libera Informazione” e la presidente del Consiglio Regionale

E’ stata proiettata la video-inchiesta “La ‘ndrangheta di casa nostra”, realizzata dall’associazione Cortocircuito, mercoledì 27 maggio 2015, alle ore 20.45, a Bologna al centro civico “Lino Borgatti”.

A seguire, Lorenzo Frigerio, giornalista e coordinatore dell’osservatorio nazionale “Libera Informazione”, ha presentato il dossier “Mosaico di Mafie e Antimafia” in cui si legge: “Un plauso sincero deve essere rivolto sicuramente al collettivo dei giovani reporter della web-tv indipendente di Reggio Emilia Cortocircuito, fatti oggetto di minacce a più riprese per i servizi che hanno documentato, in questi ultimi anni, l’espandersi della ‘ndrina cutrese e delle imprese collegate nel territorio reggiano“.

Dialogo con:
– Simonetta Saliera, presidente del Consiglio della Regione Emilia-Romagna;
– Virginio Merola, sindaco di Bologna;
– Elia Minari, coordinatore di Cortocircuito, associazione culturale antimafia di Reggio Emilia;
– Alessandro Gallo, autore (insieme a Giulia Di Girolamo) del libro “Non diamoci pace” (Caracò Editore) che dedica un capitolo nel raccontare l’esperienza di Cortocircuito;
– Francesco Critelli, consigliere comunale di Bologna (segretario provinciale Pd Bologna).

Ha condotto l’incontro: Silvia Manfredini. Introduzione di James Tramonti, segretario circolo “Moro-Berlinguer”.

Invece QUI le foto della proiezione della video-inchiesta nel Municipio di Bologna (ottobre 2014).

 ………………………

Vedi anche:

– “La ‘Ndrangheta di casa nostra. Radici in terra emiliana”: la video-inchiesta
– 
La video-inchiesta “Non è successo niente. 40 roghi a Reggio Emilia”
– Il quotidiano La Repubblica: “La mafia emiliana braccata dagli studenti di Cortocircuito”
– Intervista del web-magazine “AgoraVox” sulle iniziative di Cortocircuito
– Sul Corriere della Sera: “Cortocircuito, la web tv degli studenti-reporter che combatte la mafia”
– Elia Minari di Cortocircuito premiato dal presidente del Senato al Vertice Nazionale Antimafia a Firenze

Condividi!