A Piacenza proiezione dell’inchiesta di Cortocircuito con il magistrato Imperato e il poliziotto I.M.D.

Venerdì 19 dicembre 2014 alle ore 20.45 è stata proiettata l’inchiesta “La ‘Ndrangheta di casa nostra. Radici in terra emiliana”, realizzata dalla web-tv Cortocircuito, all’interno dell’auditorium Sant’Ilario a Piacenza, in pieno centro storico. QUI il cortometraggio integrale.

Sono stati ospiti dell’iniziativa:

– il magistrato Marco Imperato, autore del libro “Le parole della giustizia”.

– I.M.D., già poliziotto della sezione “Catturandi” della Questura di Palermo, ha contribuito alla cattura di numerosi latitanti tra cui Bernardo Provenzano; non può svelare il proprio nome e il proprio volto per motivi di sicurezza. E’ autore del libro “La Catturandi. La verità oltre le fiction”.

– Elia Minari, coordinatore della redazione della web-tv Cortocircuito.

L’incontro è stato condotto da: Giorgio Lambri, caporedattore del quotidiano “La Libertà” (principale quotidiano di Piacenza). Introduzione di Rossella Noviello dell’associazione “100X100 in Movimento” e di Giulia Piroli, assessore del Comune di Piacenza.

Evento organizzato dall’associazione “100X100 in Movimento” in collaborazione con il Comune di Piacenza.

Foto di Chiara Ghirelli. Cliccare sulle foto per allargarle.


 

 ………………………

Vedi anche:

– “La ‘Ndrangheta di casa nostra. Radici in terra emiliana”. La video-inchiesta integrale, le foto della serata di presentazione e alcuni articoli dei quotidiani
– La video-inchiesta “Non è successo niente. 40 roghi a Reggio Emilia”
– Intervista del web-magazine “AgoraVox” sulle iniziative di Cortocircuito
– 
Sul Corriere della Sera: “Cortocircuito, la web tv degli studenti-reporter che combatte la mafia”
– Elia Minari di Cortocircuito premiato dal presidente del Senato al Vertice Nazionale Antimafia a Firenze

Condividi!