Reggiolo: incendio doloso distrugge nove camion, l’ombra della ‘ndrangheta

[articolo pubblicato sul nuovo quotidiano “Prima Pagina Reggio” il 7 Novembre 2012]

E’ doloso l’incendio che si è sviluppato stanotte in via Aurelia a Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia. Coinvolti 9 autocarri di proprietà di una ditta di autotrasporti che sono stati dati alle fiamme da ignoti introdottisi all’interno di un capannone adibito a ricovero per i grossi autocarri.

L’azienda, la Bonifazio trasporti, è di proprietà di una famiglia cutrese. Le fiamme si sono sprigionate all’interno del deposito alle 21.30 e per spegnere l’incendio sono stati necessari ben sette mezzi dei vigili del fuoco da Guastalla, Carpi e Reggio.

I carabinieri di Reggio indagano sull’accaduto ma hanno già avviato le indagini con la Procura in ordine al reato di danneggiamento doloso. Sul posto sono state trovate infatti tracce di liquido infiammabile.

Forti sospetti su ambienti legati alla criminalità organizzata, in particolare la ‘ndrangheta.

…………………………

Il comunicato dell’Alleanza reggiana per una società senza mafie (di cui il giornalino studentesco Cortocircuito e i “Giovani a Reggio Emilia contro le mafie” fanno parte):

“L’episodio avvenuto a Reggiolo dove nella notte sono andati a fuoco nove autocarri è gravissimo. E’ un fatto che inquieta l’intera comunità e al quale vogliamo rispondere in modo chiaro e netto. Domani, giovedì 8 novembre, alle 12, si terrà un presidio per la legalità in piazza a Reggiolo per riaffermare la volontà della comunità reggiana di contrastare ogni tipo di violenza, di presenza e di infiltrazioni malavitose, di turbative della legalità. Nel ribadire che a Reggio Emilia non accettiamo alcuna intimidazione, chiediamo a qualsiasi cittadino in grado di fornire informazioni utili di collaborare con le forze dell’ordine perché i responsabili possano essere individuati e puniti severamente. Siamo certi che le indagini procederanno velocemente ed efficacemente come accaduto in altre occasioni. La legalità è un bene prezioso che deve essere difeso in ogni momento e da ogni cittadino nelle varie forme, sia attraverso manifestazioni pubbliche sia operando nell’osservanza e nel rispetto delle norme e pretendendo che la legalità sia rispettata da tutti.”

…………………………

Vedi anche:

– Reggiolo unita contro l’attentato della ‘ndrangheta

Le nostre video-inchieste:

– «Il referendum sull’acqua non sarà rispettato». Video-inchiesta nella città leader del referendum: Reggio Emilia
– Costi ad alta velocità. Video-inchiesta sul progetto TAV di Reggio Emilia
– Posso entrare? Video-inchiesta sulle discoteche reggiane
– Noborder, senza confini: il nostro cortometraggio sull’immigrazione (partendo dai luoghi comuni)
– Video-inchiesta: il Parmigiano Reggiano grazie agli indiani

Condividi!

    Tags: ,