Una nuova esperienza all’Onu, per un impegno concreto contro la criminalità

Il fondatore dell’associazione culturale antimafia Cortocircuito, Elia Minari, ha una nuova esperienza come membro di delegazione al Comitato dell’Onu, a New York. Il Comitato è incaricato di redigere un nuovo Trattato internazionale contro le nuove forme di criminalità.

Prosegue così un impegno di Elia all’Onu, dove ha realizzato diversi interventi, iniziato con altre precedenti esperienze.

Il contrasto transnazionale alla criminalità è sempre più necessario, come emerge anche dalle recenti inchieste giudiziarie pubbliche che riguardano l’Emilia-Romagna e il Nord Italia. Quindi è un’attività molto utile anche per il nostro territorio, dove la ‘ndrangheta si dimostra sempre più subdola.

[Nella foto sottostante: la postazione per questa nuova esperienza nel palazzo dell’Onu].